IMPORTANTE COMUNICAZIONE

Cari associati e amici dell'Associazione “Aiolfi"

A seguito di quanto previsto dagli ultimi decreti nazionali e disposizioni regionali, dopo una nostra valutazione relativa alla complessa e pericolosa situazione sanitaria che stiamo vivendo, abbiamo dovuto   sospendere tutte le nostre iniziative sociali in programma (mostre, stampa nuovo numero di Pigmenti Cultura, presentazione di libri, gite, conferenze) temporaneamente fino al 24 novembre 2020.  

Ci siamo molto rammaricati di aver dovuto prendere tale decisione però necessario per limitare la diffusione del Covid 19. Ovviamente non appena la situazione si deve modificare in modo tale da poter garantire una sufficiente sicurezza ci impegniamo sin da ora a riprogrammare immediatamente le nostre attività, prima di tutto riaprendo la nostra sede in via Boselli a Savona.   

Potete sempre contattare l'Associazione per via e-mail: ass.aiolfi@libero.it e seguirci su questo blog oppure sulla nostra pagina facebook: 

https://www.facebook.com/Associazione-culturale-Renzo-Aiolfi-no-profitto-108324377706914/                                                

Un cordialissimo saluto e invito a rispettare le nuove norme di sicurezza.

Il Presidente e il Consiglio Direttivo.


NUOVO RESTAURO DELL'ASSOCIAZIONE


Paolo Gerolamo Brusco
 San Giuseppe Calasanzio ed i suoi studenti
 olio su tela, cm. 177x121
 proprietà del Comune di Carcare (SV)
 fotografia di Lino Genzano

  L'Associazione Renzo Aiolfi si è impegnata, in accordo con il Comune di Carcare, a raccogliere i fondi necessari per il restauro conservativo della sopra indicata pala d'altare. Il tutto dovrà terminare con le celebrazioni del 400° anniversario della fondazione del collegio calasanziano di Carcare, avvenuto nel 1621. Per tale occasione il Comune di Carcare intende dare vita ad una commissione di studio internazionale per, ancora una volta, focalizzare l'importanza di san Giuseppe Calasanzio quale primo fondatore delle Scuole gratuite in Italia. Questa istituzione scolastica è nota nel mondo per la sua qualità pedagogica e scientifica; ci pare importante ricordare che il primo presidente dell' Repubblica Italiana - Luigi Einaudi - ne è stato allievo rivendo il titolo di "Principe dell'Accademia".


ALTRE INIZIATIVE DELL'ASSOCIAZIONE


LE GITE DELL'ASSOCIAZIONE


L'associazione Renzo Aiolfi, situazione della pandemia permettendo, riprenderà ad organizzare gite nel prossimo anno 2021. 

LE PERIODICHE ESPOSIZIONI

Le VETRINE D'ARTISTA 
della CASSA RISPARMIO di Genova a Savona
Ottobre 2020 espone   Cinzia Bassani

Cinzia Bassani laureata con dignità di stampa in Scienze Politiche, consegue il Master in “Teoria e Tecnica dell'Immagine” dell'Università degli Studi di Genova; si diploma in Inglese al Trinity College di Londra e diventa regista alla Scuola d'Arte Cinematografica di Genova.  Partecipa a corsi internazionali per documentaristi ea workshop di fotogiornalismo tenuti da fotografi di fama mondiale. Esordisce nel 2007 con l'editore De Ferrari con il libro fotografico “Anime in Cammino” vincitore del “Premio copertine”,  da cui trae la mostra che è tuttora presentata con successo. Nel 2012 il film-documentario “Finchè penso, vivo” (VideoAstolfoSullaLuna) è proiettato in cinema, scuole, convegni medici ricevendo ottimi riscontri. Nel 2015 esce con lo stesso editore il libro di narrativa di viaggio “Calcutta dentro” e nel 2020 il fotografico “Declinazione natura”.   Nel corso degli anni ha collaborazioni importanti con le reti televisive nazionali ed estere ed i suoi documentari hanno vinto numerose edizioni del Premio Chatwin . Gli incontri con Madre Teresa di Calcutta e il Dalai Lama sono stati fondamentali per la sua vita privata e professionale. Il documentario di creazione e il reportage fotografico sono per lei gli strumenti più adatti a chi non l'ha grazie alla forza espressiva delle immagini ed al coinvolgimento emotivo della storia. Le sue fotografie sono state esposte in gallerie d'arte in Italia e all'estero. Da anni tiene conferenze in varie Unitre liguri ed attualmente sta lavorando a nuovi progetti fotografici e cinematografici.   Fotografia documento quella della Bassani relativa a civiltà lontane; fotografie di riflessione interiore alla ricerca della verità nei riti, nei gesti, nella quotidianità degli Ultimi;   fotografie dove l'orizzonte è: “L'occhio vede ciò che la mente conosce” (JW Goethe).    (A cura di Silvia Bottaro)


Festa al monastero di Labrang, Tibet, fotografia a colori.


APPUNTAMENTO CON GLI ARTISTI DELL'ASSOCIAZIONE

- Sandra Chiappori: partecipa alla rassegna d'Arte Contemporanea "Il mare dentro" a cura di Mario Napoli e Flavia Motolese, presso Palazzo Stella in Piazza Stella a Genova, inaugurazione sabato 3 ottobre 2020, 
ore 16, apertura fino al 14 ottobre 2020. 



LE PUBBLICAZIONI DEL 2015-2016-2017-2018

Paolo Gerolamo Brusco (1742-1820)   Un Artista nel tessuto urbano di Savona ed il suo legame  con la Liguria                                                                                                  di Silvia Bottaro

Dalla porta della Quarda a Savona alle "Pietre nella loro terra"  
a  Vendone (SV)
Catalogo della Mostra contemporanea d'Arte Ceramica 
a cura di Silvia Bottaro
Vendone 1 agosto - 4 settembre 2015
Partecipanti: Milena Alluto, Carmen Barbini, Sandra Baruzzi, Roberto Di Giorgio, Manuela Incorvaia, Adriano Leverone, Rosy Maccaronio, Claudio Manfredi, Guglielmo Marthyn, Giovanni Massolo, Tullio Mazzotti, Walter Morando, Persea (Tiziana Perano), Margherita Piumatti, Germana Rossi, Carlo Zoli.





Carlo Giusto
Donazione al Comune di Millesimo
a cura di Silvia Bottaro e Mario Accatino







Due sale di Rappresentanza 
del Comune di Savona
Gli affreschi di Raffaele Collina
a cura di Silvia Bottaro con interventi di  Rosaria Avagliano, 
Ilenio Celoria, Francesca Parodi,
Giancarlo Pinto, Matteo Zavattoni.



Mediterraneo. Un racconto per immagini, poesia e musica.
Catalogo della Mostra fotografica presso l'Istituto Italiano di 
Cultura di Praga. Dal 27.4 al 28.5.2017
Autori Vari



LE PUBBLICAZIONI DELL'ASSOCIAZIONE

GIOVANNI MAZONE e la chiesa savonese di San Giacomo, legati a papa Sisto IV, il "gemellaggio" con Alencon, Musèe des beaux-arts (Francia) e le altre sue opere in Savona (Pinacoteca civica, Cappella Sistina). Autore: Silvia Bottaro














Natale sotto la Torretta, parole ed immagini
A cura di Sonia Pedalino con racconti di Giuseppe Pederiali, Federico Albonetti e Daria Pratesi, Antonietta Cavallero e  Cristina Mantisi;   contributi critici di Silvia Bottaro, Sonia Pedalino, Elena Serrati, poesie di Svilen Angelov, Bruna Cerro, Laura Macchia, Giuliano Meirana e Maria Scarfì Cirone,  inediti di Giuseppe Cava (Beppin da Ca'), prefazione di Silvia Bergero, copertina di  Maria Luisa Montanari










Autori Vari: Silvia Bottaro, Sonia Pedalino, Silvio Riolfo Marengo, Svilen Angelov. 
Catalogo dell mostra Dalla porta della Quarda a Savona alle "Pietre nella loro terra" a Vendone.







Silvia Bottaro: Raffaello Resio - Scenari d'arte. Prefazione di Pier Luigi Gardella. Contributi di:  Aurelio Canonici, Sonia Pedalino, Giuseppe Trielli.











Autori Vari
Catalogo della Collezione d'Arte sacra contemporanea 
"Santa Rossello"












Emanuela Ersilia Abbadessa, Silvia Bottaro: I Teatri di Renzo Aiolfi, 
Bonanno Editore - Roma










Silvia Bottaro
 Vincenzo Nosenzo Prestidigitatore e Re della Latta 
Edizioni OMEGA ARTE, Torino













Silvia Bottaro 

I "quadri a mosaico" del coro intarsiato di Nostra Signora di Misericordia di Savona 
Editoriale DARSENA 






Autori vari
 La Simbologia della Luce 
nella tradizione e nella contemporaneità











Autori vari: Santa Rossello Sedici artisti per testimoniare 
Autori vari. Santa Rossello Tredici ceramisti per testimoniare (esaurito)











Autori vari
Sacre Rappresentazioni: Opere di Saverio Terruso 











Autori vari 
Da Spotorno a Varazze

 proposta di un itinerario dedicato al tema della natività









- Autori vari: Abracadabra. La ceramica al Castello
- Autori vari: La Memoria dell'avvenire. Antologia di presenze artistiche del Novecento a Millesimo
- Autori vari: Renato Podestà, 50 Anni di pittura
- Autori vari: Carlo Giusto, Natura... e dintorni
- Autori vari: Eso Peluzzi, Gli Affreschi del Comune di Savona


Tutti i testi sono consultabili presso l'ufficio dell'Associazione

LE OPERE RESTAURATE DALL'ASSOCIAZIONE

Impegno dell’Associazione Aiolfi per il Restauro
Seguendo le finalità dell’Associazione, ovvero dare un futuro ad alcune significative opere d’Arte, negli anni passati è con orgoglio che abbiamo portato a termine, grazie all’impegno dei volontari e di tanti Artisti nostri associati e non, il restauro dei quadri di: San Filippo Neri in estasi di Sebastiano Galeotti, opera dell’inizio secolo XVIII (della quadreria del Seminario Vescovile), in collaborazione col Circolo Dialogos di Savona, l’opera di Tuccio d’Andria del secolo XVI (del costituendo Museo diocesano di Savona) e il quadro di San Michele Arcangelo del secolo XVII (della Certosa di Loreto di Savona). I restauri del San Filippo Neri e del San Michele Arcangelo sono stati eseguiti dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina di Davide Bedendo). Inoltre, abbiamo collaborato alla raccolta fondi per i restauri della statua lignea di San Giuseppe (della Parrocchiale di Garlenda) e per gli affreschi settecenteschi di Gio Agostino Ratti della Cappella Balbi di Savona (proprietà della P. A. Croce Bianca di Savona).
 




Luciano Borzone
San Carlo e San Teodoro in preghiera: prima metà del sec. XVII, olio su tela, cm. 248x175, restaurato dal "Laboratorio di restauro" di Claudia Maritano di Carcare (SV), collocato nella Chiesa della Certosa di Loreto a Savona, in via Nuova Loreto.















Tuccio d'Andria
Matrimonio mistico di Santa Caterina alla presenza dei Santi Pantaleo, Pietro Martire, Pietro, Bonaventura, Gerolamo e dei committenti 1487, olio su tavola, cm. 191x175
Questa importante pala d'altare è stata restaurata, su sollecitazione del Vescovo Domenico Calcagno, dalla Associazione "R. Aiolfi" assieme al Circolo Dialogos di Savona, col quale abbiamo già eseguito altri importanti restauri e sono state svolte iniziative culturali di vario impegno. La prossima ubicazione della pala sarà il costituendo Museo Diocesano d'Arte Sacra di Savona.
La fotografia del quadro è stata pubblicata “Su concessione dell’Uff. Beni Culturali n° 9/2010”.














Anonimo probabilmente spagnolo

San Michele Arcangelo

Secolo XVII, Olio su tela,
Restaurato dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina su commissione dell’Associazione “Renzo Aiolfi”














Giuseppe Galeotti
San Filippo Neri in estasi davanti alla Madonna
Sec. XVIII, olio su tela, cm. 329x207

Restaurato dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina su commissione dell’Associazione “Renzo Aiolfi” e del "Circolo Dialogos" di Savona

ULTIMO RESTAURO DELL'ASSOCIAZIONE

Il globo terracqueo restaurato
Il cartiglio



















Come negli anni precedenti, anche nel triennio 2012-2015 continua l’impegno dell’Associazione volto alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale presente sul nostro territorio attraverso il restauro di un Bene che appartiene a tutti noi. Il manufatto oggetto di interesse, che si vuole salvaguardare dagli effetti dannosi imputabili sia al deterioramento artificiale legato all’ambiente di conservazione sia a quello naturale dei materiali costituenti, è il Globo terracqueo(dimensioni cm. 178x108x108 ca., diametro cm. 80 ca.) ubicato nella Sala della Giunta del Comune di Savona. Un punto di partenza per gli studi che sono stati intrapresi al fine di ricostruire le vicende storico-artistiche che hanno coinvolto questo Bene è il cartiglio presente sulla sfera cartacea e riportato in fotografia che reca la seguente iscrizione:Globo Terracqueo illustrato, presentante la descrizione geografica delle parti conosciute della Terra, indicante l’epoca delle grandi scoperte, il nome dei navigli, il corso dei battelli a vapore, la durata dei tragitti ecc. ecc. eseguito con pennello ad olio, da Giovanni Antonj, Pordenone 1856; tuttavia l’assetto geografico riportato sulla sfera si riferisce al mondo conosciuto come si presentava nel 1851. Lo stato di conservazione del Globo non sembra essere preoccupante, tuttavia si notano lesioni da sfregamento lungo la linea dell’equatore a causa dell’abbattimento della sfera sulla struttura lignea che la sostiene, depositi di polvere soprattutto sulla calotta boreale, lacune più o meno profonde che interessano parzialmente o interamente la stratigrafia dei materiali, tracce della presenza di attacchi xilofagi che nel tempo hanno indebolito le parti in legno. Piuttosto raro e raffinato nel suo genere, soprattutto sul territorio ligure, il Globo verrà sottoposto ad un intervento di restauro che consentirà di mettere in sicurezza la struttura lignea di supporto e di migliorare la lettura della sua superficie, ma soprattutto rappresenterà un momento di studio e di approfondimento sulla tecnica esecutiva utilizzata poiché ad un’osservazione oculare, oltre alle parti dipinte ad olio, sembrano coesistere porzioni realizzate con altri procedimenti ancora da indagare e da classificare con precisione.  (Rosaria Avagliano)