RICERCA SUL PITTORE PAOLO GEROLAMO BRUSCO


La ricerca svolta dalla Dr.a Silvia Bottaro relativa all’attività del pittore Paolo Gerolamo Brusco (Savona,1742 – ivi, 1820) a Savona e in Liguria ha messo in evidenza un artista, molto presente soprattutto nelle Chiese della Diocesi di Savona e Noli, ancora poco valorizzato, nella civica Pinacoteca savonese. L’indagine, condotta in molti archivi e biblioteche, ha posto l’accento su Brusco, artista che subì moltissimo la fama maggiore di Carlo Giuseppe Ratti pur avendo numerose committenze, anche come “storico” relativamente ai fatti legati alla prigionia di papa Pio VII a Savona. Interessante, poi, l’iconografia dedicata alla Madonna di Misericordia, al tema dell’Immacolata Concezione, al vescovo Beato Ottaviano. Brusco è legato fortemente a Savona e i suoi quadri (anche quelli forse riusciti meno bene) evidenziano questa appartenenza alle tradizioni, alla storia cittadina, alla religiosità savonese. Non è poi di secondaria importanza notare che ebbe una sua “scuola” con diversi artisti come il Rastellino (legato anch’esso a papa Pio VII prigioniero napoleonico a Savona), il Magliani, l’Oxilia. Brusco è ben presente nel Duomo di Savona, nel Santuario della Madonna di N.S. di Misericordia al Santuario di Savona, affrescò il soffitto abbassato della Cappella Sistina savonese, molte sue opere sono conservate nella Quadreria del Seminario Vescovile di Savona e nella civica Pinacoteca di Savona. La Dr.a Bottaro ha indagato, in modo approfondito, queste presenze, ha trovato alcuni collegamenti del Brusco con le incisioni di grandi Maestri della pittura (da Raffaello a  Rubens) e con artisti della scuola genovese (dal Piola al Carlone), tracciando un “affresco” sulla formazione del Brusco, che ebbe un allunato a  Roma sotto il Batoni e il Mengs, di cui, ancora oggi, poco è noto. Ha ritrovato un  disegno, molto significativo, al Museo del Prado a Madrid, una tela con la Madonna di Misericordia e il Beato Botta conservata a Parigi nella chiesa di San Rocco, ha parlato di opere del Brusco quasi del tutto inedite oggi facenti parte di una significativa collezione privata savonese. Come la stessa studiosa dice nelle sue conclusioni, questa ricerca non vuole e non può essere completamente esaustiva e, quindi, una vera e propria monografia riservata al Brusco, intende, invece, dare nuovi ragguagli sul suo “fare” pittura, sulla sua vita (conclusa in modo molto modesto), sulla sua fortuna a Savona e nel contado. Una ricerca, quindi, aperta a prossime nuove riflessioni ed approfondimenti. Questo lavoro editoriale è “donato” a Savona – città alla quale la Dr.a Silvia Bottaro dagli anni Settanta del Novecento ad ora ha sempre dedicato attenzione, studi, attività professionale di grande intensità (ha incontrato Brusco svolgendo la sua professione di direttore della civica Pinacoteca e Museo di Savona dal 1982 al 1994 e approfondendone la conoscenza con il precedente direttore Renzo Aiolfi e con lo storico dell’arte Bruno Barbero al quale è dedicato proprio questo libro) e qualità come critico e storico dell’arte – ai suoi “tesori” d’arte, di fede, di tradizione, tesori che spesso sono diventati il tema affrontato dal Brusco, testimone, in qualche modo, di tale realtà. 

PREMIO RENZO AIOLFI 2018 - PREMIAZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO "STORIE DI NATALE DALLE VOCI DELLE DONNE"




Consegna del  Premio Renzo Aiolfi 2018 alla Società Savonese di Storia Patria, memoria storica della città di Savona dal 1885, con la seguente motivazione: “Per il perseguimento di finalità di solidarietà sociale in particolare con lo scopo di coltivare e promuovere ogni studio attinente al patrimonio storico, artistico della Liguria del Savonese in particolare.

Premiazione della vincitrice del Concorso Letterario 2018/19 “Storie di Natale dalle voci delle Donne” (concorso ideato dall’Associazione Aiolfi con l’AMMI di Savona e col patrocinio del Comune di Savona, della Provincia di Savona e della Consulta Provinciale femminile di Savona):

Prima classificata: Emanuela Meconcelli con il racconto “L’attesa (2018)”
Seconda classificata: Rossana Pavone con il racconto “Portatrici di sogni”
Menzione speciale: Maria Scarfì Cirone con il racconto “Una stella e una spina di rosa”.

ALTRE INIZIATIVE DELL'ASSOCIAZIONE

L'Associazione Aiolfi è stata inserita dal 1 aprile 2015 nella Consulta Ligure delle Associazioni per la cultura, le arti, le tradizioni e la difesa dell’ambiente,  costituita a Genova con atto a rogito Notaio Achille Poli di Genova il 24 novembre 1973.





- 30 novembre, ore 16.30presso la Sala Rossa del Comune di Savona presentazione del libro di Silvia Bottaro "Paolo Gerolamo Brusco. Un artista nel tessuto urbano di Savona ed il suo legame con la Liguria", a cura di Ferdinando Molteni.

LE GITE DELL'ASSOCIAZIONE


Il gruppo dell'Ass. Aiolfi nella recente gita a Roma.
Qui intorno alla fontana eseguita da Arturo Martini ad Anticoli Corrado

7 - 10 dicembre 2018: gita nel Tirolo italiano e in Austria; visita all'abbazia di Novacella, al castello di Ambras con la "Camera delle meraviglie e dei tesori d'arte", ai ricchi mercatini di Natale del Trentino e di Insbruck, serata "speciale" con musica tirolese, visita alla val Pusteria e alla Val Gardena, e tanto altro.



- 10 febbraio 2019 Gita a Milano, Palazzo Reale che ospita la mostra antologica del grande Picasso: 350 opere fra i più grandi capolavori del Museo Picasso messi in dialogo con importanti pezzi d’antiquariato e opere che richiamano quei canoni della bellezza classica, fonti del repertorio mitologico che ha costituito parte fondamentale della sua estetica. Avremo inoltre la possibilità di visitare il convento di S. Bernardino alle Monache, gioiello di arte lombarda del secolo XV con opere di B Zenale che un recente restauro  ha valorizzato. Si visiterà, infine, la chiesa di  S. Michele al Dosso, una delle migliori costruzioni quattrocentesche del centro di Milano che sorse nel lontano Medioevo sul luogo dove una leggenda ricorda un oratorio fondato da Sant’Ambrogio presso la Basilica Martyrum.

- 7 aprile 20189: Fontanellato, Labirinto della Massone e la Rocca Sanvitale, Soragna, Museo del Parmigiano.


- 18 maggio 2019: Lago d'Orta con imbarco sul battello per la visita alla bellissima isola di San Giulio, visita tramite il caratteristico trenino alla Santuario della Madonna del Sasso.

N.B. a tutti coloro che effettueranno tutte e tre le gite di un girno verrà consegnata in omaggio una litografia.

Per prenotare potete rivolgervi al nostro ufficio nelle ore di apertura, oppure telefonicamente e per E-mail.

LE PERIODICHE ESPOSIZIONI

Le VETRINE D'ARTISTA 
della CASSA RISPARMIO di Genova a Savona
Novembre 2018 espone Antonietta Preziuso

L’altro mare (da una discarica), fotografia
Da fotografa amatoriale ad artista della fotografia questo è il percorso che Antonietta Preziuso sta facendo con grande determinazione, curiosità, acquisizione di tecniche sempre più raffinate. E’ partita, oltre dal suo talento, dalle lezioni di Giuliana Traverso, proseguendo al Polo della Fotografia, direttore artistico Prof. Giancarlo Pinto, a Genova con l’arricchimento d’incontri, di esposizioni affinando così il suo “fare” fotografia. Fa ormai parte di quella stagione lunga e vitale della fotografia italiana, essendo una singolare interprete del Duemila osservando e riprendendo ogni gradazione urbanistica ed emotiva, guardando al mare, alle diversità etniche e culturali che avverte come “lievito” per aprirsi a nuovi orizzonti, linguaggi, conversazioni. Indaga dal di dentro la natura (così il mare, chi vi lavora, chi lo sfregia, la plastica che lo annienta), la naturalità di un luogo è per Lei “documento” che va rispettato e da cui trarre un gesto artistico. Luce e colore, forme, ombre, spazzatura, tutto ci insegna a non perdere la forza e la verità di uno sguardo che il mezzo meccanico della macchina fotografica fissa, indaga, sonda, scruta, esplora grazie alla sua sensibilità per ripulire la memoria dalle sovrastrutture alla ricerca, quindi, dell’emozione vissuta in quel momento. I suoi scatti sono stati,  anche, esposti e molto apprezzati nella mostra “Mediterraneo” che nel 2017 è stata ospitata presso l’Istituto Italiano di Cultura a Praga, una iniziativa fortemente voluta dall’Associazione “Aiolfi” di Savona assieme al Polo della Fotografia di Genova. (Silvia Bottaro)



ATELIER FRATI - Cappelleria e pelletteria
a cura di Luigia Romana
Espone Laura Gabelloni

Ritratto di ragazza, tecnica mista su carta
Le rarefatte atmosfere che circondano il tratto grafico di Laura  Gabelloni, sicuro ed elegante nel contempo, raccontano lo spazio e le misteriose, a volte, alchimie in cui è calato il ritratto raffigurato. Musicalità e dinamismo si mescolano, sapientemente, con un segno moderno, un’impronta del tutto personale che cerca di “guadare” dentro a quel volto femminile, ricco di luminosità come primo volto di una umanità non solo allusiva, ma sentita viva, vitale ed intensa dalla grafite che, senza indugi, delinea la geografia interiore della persona effigiata. Neppure la fotografia potrebbe scavare, così, nell’intimo della figura nel guadare quegli occhi, troppe volte considerati “specchio dell’animo”,  neppure allusioni pittoriche potrebbero essere capaci di tale maieutica. Voce, quindi, relativamente nuova, certamente fuori dai soliti circuiti espositivi ma solida nella sua capacità di “raccontare” grazie alla matita, ai pastelli sempre con grazia, armonia, eleganza  e signorilità soggettiva financo confidenziale, lasciando sempre schiusa la soglia della riflessione, della ponderatezza, dell’analisi sì estetica ma, anche, interiore perché la Bellezza ci circonda e ne dobbiamo essere sempre più coscienti per salvaguardarla dentro noi e all’intorno del dove viviamo e operiamo.  Silvia Bottaro 

CAFFE' della PIAZZA


Organizzato da Luigia Romana 
Dal 26 ottobre 2018 espone  Cristina Mantisi


Personalità creativa eclettica e con talento nella ricerca dei materiali (dalla ceramica, alla fotografia digitale). La letteratura è in parallelo un suo interesse che denota  approfondimento delle tematiche etiche, sociali, culturali in generale tanto da condurla, anche, nella ricerca e nel fare poesie e favole. Ci sono trame d’avanguardia nella sua  Digital Art, rimessa in gioco della definizione di materia, di ritratto, di paesaggio colti con l’inafferrabile mistero racchiuso in uno sguardo indagatore. Alcune opere cercano l’anima e il volto di una tematica, ricercandone l’interiorità con un segno vigoroso e con i colori al neon della contemporaneità urbana. Si avverte un’idea di territorio che va oltre la nazione, il paese, l’identità cercandone “la pelle” più interna e quella più vicina alle radici della cultura occidentale. La realtà dietro le cose visibile che la incantano (da un fiore, ad un angelo) diventano oggetto di ricerca: il mondo visibile è soltanto un frammento della realtà ben più vasta che ci circonda e di quelle più segrete ancora da indagare. La Mantisi ha un suo approccio personale guardando il moderno visto ma anche inventato con lacrime d’amore e trasparenti come gocce di cristallo. Essendo fuori dalle mode vigenti, le sue opere sono antidoti alla persuasione imperante: impressioni vere create con emozioni e sentimento. Silvia Bottaro

APPUNTAMENTO CON GLI ARTISTI DELL'ASSOCIAZIONE


- F. Paviglianiti, G. Garbarino, S. Chiappori, L. Nencini, G. Codazza, G. Angioni dell'Associazione SasselloinArte espongono presso la sala Mostre dell'Hotel Pian del Sole di Sassello a Savona. Inaugurazione domenica 2 dicembre alle ore 13, seguirà il caratteristico pranzo con gli Artisti preparato dal noto chef Ivano.








LE PUBBLICAZIONI DEL 2015-2016-2017-2018

Paolo Gerolamo Brusco (1742-1820)   Un Artista nel tessuto urbano di Savona ed il suo legame  con la Liguria                                                                                                  di Silvia Bottaro

Dalla porta della Quarda a Savona alle "Pietre nella loro terra"  
a  Vendone (SV)
Catalogo della Mostra contemporanea d'Arte Ceramica 
a cura di Silvia Bottaro
Vendone 1 agosto - 4 settembre 2015
Partecipanti: Milena Alluto, Carmen Barbini, Sandra Baruzzi, Roberto Di Giorgio, Manuela Incorvaia, Adriano Leverone, Rosy Maccaronio, Claudio Manfredi, Guglielmo Marthyn, Giovanni Massolo, Tullio Mazzotti, Walter Morando, Persea (Tiziana Perano), Margherita Piumatti, Germana Rossi, Carlo Zoli.





Carlo Giusto
Donazione al Comune di Millesimo
a cura di Silvia Bottaro e Mario Accatino







Due sale di Rappresentanza 
del Comune di Savona
Gli affreschi di Raffaele Collina
a cura di Silvia Bottaro con interventi di  Rosaria Avagliano, 
Ilenio Celoria, Francesca Parodi,
Giancarlo Pinto, Matteo Zavattoni.



Mediterraneo. Un racconto per immagini, poesia e musica.
Catalogo della Mostra fotografica presso l'Istituto Italiano di 
Cultura di Praga. Dal 27.4 al 28.5.2017
Autori Vari



LE PUBBLICAZIONI DELL'ASSOCIAZIONE

GIOVANNI MAZONE e la chiesa savonese di San Giacomo, legati a papa Sisto IV, il "gemellaggio" con Alencon, Musèe des beaux-arts (Francia) e le altre sue opere in Savona (Pinacoteca civica, Cappella Sistina). Autore: Silvia Bottaro














Natale sotto la Torretta, parole ed immagini
A cura di Sonia Pedalino con racconti di Giuseppe Pederiali, Federico Albonetti e Daria Pratesi, Antonietta Cavallero e  Cristina Mantisi;   contributi critici di Silvia Bottaro, Sonia Pedalino, Elena Serrati, poesie di Svilen Angelov, Bruna Cerro, Laura Macchia, Giuliano Meirana e Maria Scarfì Cirone,  inediti di Giuseppe Cava (Beppin da Ca'), prefazione di Silvia Bergero, copertina di  Maria Luisa Montanari










Autori Vari: Silvia Bottaro, Sonia Pedalino, Silvio Riolfo Marengo, Svilen Angelov. 
Catalogo dell mostra Dalla porta della Quarda a Savona alle "Pietre nella loro terra" a Vendone.







Silvia Bottaro: Raffaello Resio - Scenari d'arte. Prefazione di Pier Luigi Gardella. Contributi di:  Aurelio Canonici, Sonia Pedalino, Giuseppe Trielli.











Autori Vari
Catalogo della Collezione d'Arte sacra contemporanea 
"Santa Rossello"












Emanuela Ersilia Abbadessa, Silvia Bottaro: I Teatri di Renzo Aiolfi, 
Bonanno Editore - Roma










Silvia Bottaro
 Vincenzo Nosenzo Prestidigitatore e Re della Latta 
Edizioni OMEGA ARTE, Torino













Silvia Bottaro 

I "quadri a mosaico" del coro intarsiato di Nostra Signora di Misericordia di Savona 
Editoriale DARSENA 






Autori vari
 La Simbologia della Luce 
nella tradizione e nella contemporaneità











Autori vari: Santa Rossello Sedici artisti per testimoniare 
Autori vari. Santa Rossello Tredici ceramisti per testimoniare (esaurito)











Autori vari
Sacre Rappresentazioni: Opere di Saverio Terruso 











Autori vari 
Da Spotorno a Varazze

 proposta di un itinerario dedicato al tema della natività









- Autori vari: Abracadabra. La ceramica al Castello
- Autori vari: La Memoria dell'avvenire. Antologia di presenze artistiche del Novecento a Millesimo
- Autori vari: Renato Podestà, 50 Anni di pittura
- Autori vari: Carlo Giusto, Natura... e dintorni
- Autori vari: Eso Peluzzi, Gli Affreschi del Comune di Savona


Tutti i testi sono consultabili presso l'ufficio dell'Associazione

LE OPERE RESTAURATE DALL'ASSOCIAZIONE

Impegno dell’Associazione Aiolfi per il Restauro
Seguendo le finalità dell’Associazione, ovvero dare un futuro ad alcune significative opere d’Arte, negli anni passati è con orgoglio che abbiamo portato a termine, grazie all’impegno dei volontari e di tanti Artisti nostri associati e non, il restauro dei quadri di: San Filippo Neri in estasi di Sebastiano Galeotti, opera dell’inizio secolo XVIII (della quadreria del Seminario Vescovile), in collaborazione col Circolo Dialogos di Savona, l’opera di Tuccio d’Andria del secolo XVI (del costituendo Museo diocesano di Savona) e il quadro di San Michele Arcangelo del secolo XVII (della Certosa di Loreto di Savona). I restauri del San Filippo Neri e del San Michele Arcangelo sono stati eseguiti dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina di Davide Bedendo). Inoltre, abbiamo collaborato alla raccolta fondi per i restauri della statua lignea di San Giuseppe (della Parrocchiale di Garlenda) e per gli affreschi settecenteschi di Gio Agostino Ratti della Cappella Balbi di Savona (proprietà della P. A. Croce Bianca di Savona).
 




Luciano Borzone
San Carlo e San Teodoro in preghiera: prima metà del sec. XVII, olio su tela, cm. 248x175, restaurato dal "Laboratorio di restauro" di Claudia Maritano di Carcare (SV), collocato nella Chiesa della Certosa di Loreto a Savona, in via Nuova Loreto.















Tuccio d'Andria
Matrimonio mistico di Santa Caterina alla presenza dei Santi Pantaleo, Pietro Martire, Pietro, Bonaventura, Gerolamo e dei committenti 1487, olio su tavola, cm. 191x175
Questa importante pala d'altare è stata restaurata, su sollecitazione del Vescovo Domenico Calcagno, dalla Associazione "R. Aiolfi" assieme al Circolo Dialogos di Savona, col quale abbiamo già eseguito altri importanti restauri e sono state svolte iniziative culturali di vario impegno. La prossima ubicazione della pala sarà il costituendo Museo Diocesano d'Arte Sacra di Savona.
La fotografia del quadro è stata pubblicata “Su concessione dell’Uff. Beni Culturali n° 9/2010”.














Anonimo probabilmente spagnolo

San Michele Arcangelo

Secolo XVII, Olio su tela,
Restaurato dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina su commissione dell’Associazione “Renzo Aiolfi”














Giuseppe Galeotti
San Filippo Neri in estasi davanti alla Madonna
Sec. XVIII, olio su tela, cm. 329x207

Restaurato dal Centro Artigianale Restauri di Albissola Marina su commissione dell’Associazione “Renzo Aiolfi” e del "Circolo Dialogos" di Savona

ULTIMO RESTAURO DELL'ASSOCIAZIONE

Il globo terracqueo restaurato
Il cartiglio



















Come negli anni precedenti, anche nel triennio 2012-2015 continua l’impegno dell’Associazione volto alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale presente sul nostro territorio attraverso il restauro di un Bene che appartiene a tutti noi. Il manufatto oggetto di interesse, che si vuole salvaguardare dagli effetti dannosi imputabili sia al deterioramento artificiale legato all’ambiente di conservazione sia a quello naturale dei materiali costituenti, è il Globo terracqueo(dimensioni cm. 178x108x108 ca., diametro cm. 80 ca.) ubicato nella Sala della Giunta del Comune di Savona. Un punto di partenza per gli studi che sono stati intrapresi al fine di ricostruire le vicende storico-artistiche che hanno coinvolto questo Bene è il cartiglio presente sulla sfera cartacea e riportato in fotografia che reca la seguente iscrizione:Globo Terracqueo illustrato, presentante la descrizione geografica delle parti conosciute della Terra, indicante l’epoca delle grandi scoperte, il nome dei navigli, il corso dei battelli a vapore, la durata dei tragitti ecc. ecc. eseguito con pennello ad olio, da Giovanni Antonj, Pordenone 1856; tuttavia l’assetto geografico riportato sulla sfera si riferisce al mondo conosciuto come si presentava nel 1851. Lo stato di conservazione del Globo non sembra essere preoccupante, tuttavia si notano lesioni da sfregamento lungo la linea dell’equatore a causa dell’abbattimento della sfera sulla struttura lignea che la sostiene, depositi di polvere soprattutto sulla calotta boreale, lacune più o meno profonde che interessano parzialmente o interamente la stratigrafia dei materiali, tracce della presenza di attacchi xilofagi che nel tempo hanno indebolito le parti in legno. Piuttosto raro e raffinato nel suo genere, soprattutto sul territorio ligure, il Globo verrà sottoposto ad un intervento di restauro che consentirà di mettere in sicurezza la struttura lignea di supporto e di migliorare la lettura della sua superficie, ma soprattutto rappresenterà un momento di studio e di approfondimento sulla tecnica esecutiva utilizzata poiché ad un’osservazione oculare, oltre alle parti dipinte ad olio, sembrano coesistere porzioni realizzate con altri procedimenti ancora da indagare e da classificare con precisione.  (Rosaria Avagliano)